Home

gianlucacarboni.it


° Speleologia
° Alpinismo
° Arrampicata
° Escursionismo
° Torrentismo
° Turismo culturale
° Musica


 
stampa questa pagina web | . 1373010
 
Articolo inserito in data 30/09/2008 23:22:22
Concerti
letto 1426 volte in 4375 giorni (0,33)
COLDPLAY - concerto a Bologna del 29 settembre 2008

La musica dei Coldplay è bella, forse a tratti malinconica, ogni tanto ripetitiva, ma dal vivo molto coinvolgente.

Li ho visti l'11 luglio 2005 all'Arena di Verona, con un supporter di lusso, Richard Ashcroft: gran bel concerto caratterizzato dalla sensazione che i quattro si divertissero parecchio a suonare, e dalla spettacolare corsa di Chris Martin sulle gradinate dietro al palco.

Di nuovo il 15 novembre 2005, questa volta al Palamalaguti di Casalecchio di Reno (Bologna): gruppo di supporto i Goldfrapp, che mi piacciono poco, e posto nettamente meno affascinante, nonostante ciò ancora un gran bel concerto caratterizzato come il primo da pezzi abbastanza simili, ma sempre da ascoltare, sempre capaci di far volare l'ora e quaranta di musica, e dalla sorpresa che il frontman ha fatto apparendo e cantando per un po' dal fondo di una lunghissima gradinata strapiena di gente... come sempre alle loro esibizioni.

Poi ieri sera, 29 settembre 2008, ancora al "palanonsochè" (... ha cambiato nome!) di Casalecchio: supporter Albert Hammond Jr., chitarrista degli Strokes, acustica sufficiente, e nuovamente gran concerto, spettacolare per gli effetti, dai grandi palloni-schermo ai laser, alle luci montate su lunghi supporti a onda, alle "farfalle" fosforescenti piovute verso la fine, e magico per le canzoni notevoli che oramai sono tante, e sempre affascinanti, e coinvolgente per l'energia che Chris Martin mette in ogni gesto, e sorprendente per il piccolo palco che improvvisamente è emerso più avanti nel parterre e dal quale il gruppo ha eseguito alcuni pezzi, e per l'apparizione dei quattro in fondo alla gradinata ovest dove hanno cantato con chitarre e armonica per una decina di minuti.

Che dire d'altro: chi è stato al concerto di ieri sa di aver passato una serata che valeva la pena di essere vissuta, chi non c'è stato ha perso un'occasione per sentire bella musica anglosassone suonata da uno dei gruppi migliori del momento, non innovativo, ma certamente dotato di uno stile personale, moderno, imitato da molti, un gruppo e soprattutto un frontman capace di trascinare, stupire, divertire.

...

     
gianlucacarboni.it © Copyright 2008-2020      Tutti i diritti su testi e immagini sono riservati