Home

gianlucacarboni.it


° Speleologia
° Alpinismo
° Arrampicata
° Escursionismo
° Torrentismo
° Turismo culturale
° Musica


 
stampa questa pagina web | . 1494831
 
Articolo inserito in data 07/12/2008 17:58:02
In Trentino
letto 2854 volte in 4950 giorni (0,58)
VALLE DEL SARCA - PICCOLO DAIN: via ORIZZONTI DOLOMITICI - 2 giugno 2003

Valle del Sarca - Piccolo Dain: via Orizzonti Dolomitici (Sarche - Trento)

Il Piccolo Dain è caratterizzato a sud-est e a ovest da spettacolari pareti: la prima è bellissima, inquietante e incombe sull'abitato di Sarche, la seconda è enorme, selvaggia e domina la gola del Limarò. Vi si trovano vie notevoli, alpinistiche o attrezzate a spit, lunghe, a chiodatura distanziata, piuttosto difficili per i gradi obbligatori alti e la continuità... in pratica posti che un "morbido" come me può solo fotografare da lontano!
Se però non ci si demoralizza e si cerca con un po' di attenzione, si individua un settore nel quale anche agli esseri umani è concessa la possibilità di esprimersi: appena a monte del paese, subito prima del ponte sul Sarca, una stradina laterale ne risale la valle dirigendosi verso le gole e porta fino alla centrale dell'Enel. Bastano pochi minuti a piedi per arrivarvi; dal pilastro destro del cancello parte la via "Orizzonti Dolomitici".

Qualche dato tecnico:

- dislivello: 250 metri
- sviluppo: 320 metri
- difficoltà: V, un passo più difficile, ma azzerabile
- chiodatura: ottima, a fix da 10mm, con soste attrezzate con catena e anello per la discesa in doppia

- materiale necessario: corda da 70m o mezze corde da 50m (per scendere in doppia, se no corda da 50m), 10 rinvii, casco

Indicativamente queste sono le difficoltà massime delle singole lunghezze:

tiro   1: IV+
tiro   2: III
tiro   3: IV+
tiro   4: IV
tiro   5: V, con passo di VI azzerabile
tiro   6: IV+
tiro   7: V
tiro   8: IV+
tiro   9: V
tiro 10: V
tiro 11: II

E' una bella via, di stampo alpinistico per l'ambiente e sportivo per la chiodatura, con tiri che non superano i 35 metri, tranne il secondo (traverso di 40 metri).
Non ho avuto particolari difficoltà, anche se a dire il vero ha fatto tutto Marcello e senza di lui probabilmente non avrei trovato ne' un compagno, ne' il coraggio per affrontare una piccola, piacevole avventura di questo tipo.

Dopo l'ultima sosta siamo saliti lungo una traccia nel bosco fino a incontrare il bel sentiero che dalla cima del Dain scende verso Sarche; per il rientro sono stati necessari 40 minuti di cammino.

"Marcello Gregori, amico e guida alpina della val di Sole, nella sosta 1"

 

"II tiro (traverso) e Marcello nella sosta 2"

 

"Marcello nel V tiro"

 

"Marcello nel VI tiro"

 

"Sono io, nel VII tiro"

 

"Sono io, nel VII tiro"

 

"Marcello nell'VIII tiro"

 

"Sono io, nel X tiro"

...

     
gianlucacarboni.it © Copyright 2008-2022      Tutti i diritti su testi e immagini sono riservati