Home

gianlucacarboni.it


° Speleologia
° Alpinismo
° Arrampicata
° Escursionismo
° Torrentismo
° Turismo culturale
° Musica


 
stampa questa pagina web | . 1446422
 
Articolo inserito in data 03/02/2009 21:48:48
Grotte in Centro Italia
letto 1550 volte in 4617 giorni (0,34)
Umbria - GROTTA GIS - 9 marzo 2004

In questa vecchia relazione (risale a 5 anni fa) parlo di una atipica escursione notturna in una splendida grotta del Ternano, a quei tempi scoperta da poco. L'idea era di produrre qualche piacevole diapositiva da proporre poi in una proiezione, ma in realtà ciò che ci spingeva ad affrontare un simile viaggio partendo al tramonto e tornando all'alba era la voglia di stare assieme facendo qualcosa di strambo e divertente... coinvolgere i Ternani facilitò non poco la riuscita del progetto.

La grotta Gis (Terni)

Videoproiezione annuale per il Comune di Forlì: servono belle foto capaci di illustrare la nostra attività.
Frugando in archivio troviamo immagini di curiosi personaggi impegnati in soffocanti strettoie, cunicoli fangosi, grigi, inquietanti, speleologicamente interessanti, complessi da affrontare, ma poco coinvolgenti se si guardano in una diapositiva.

Dobbiamo stupire, o almeno stimolare, un pubblico che conosce solo le grotte turistiche, magari neppure le ha viste di persona, ed è convinto che ogni buco sia altrettanto spettacolare, ritiene che i luoghi che frequentiamo noi cavernicoli siano più belli delle grotte di Frasassi, di quelle di Castellana, o di Postumia, se no per quale motivo ci andremmo!?!

Non bastano immagini di cristalli di gesso, per quanto puri, grandi, trasparenti, non bastano quelle delle belle vasche del Mornig e neppure di un limpido torrentello ipogeo, ma è necessario procurarsi foto di pittoresche concrezioni, bianche, luminose, contorte, fantasiose, magiche... si parte!

Eh sì, ogni scusa è buona per caricare di sacchi un'auto, percorrere chilometri, incontrare amici e infilarsi in grotte poco conosciute.
Prima tappa: la Gis, nei pressi di Cesi, col fondamentale supporto dei "Pipistrelli" di Terni.

Partiamo in 11 un martedì sera e dopo una sosta in trattoria nei pressi di Verghereto raggiungiamo Luca Budassi e i suoi increduli compagni verso le 23: saluti, brindisi rituale e subito al lavoro.

Il programma prevede una nottata in grotta a gironzolare, gozzovigliare e fotografare, e il ritorno a casa per le 8; viene rispettato con precisione: alle 7.55 scarico ciò che resta di Alex di fronte all'ingresso dell'officina in cui lavora... è molto contento di essere lì puntuale, e molto triste per questo motivo...

C'è poco da aggiungere:
- la Gis è bellissima, ne ho già parlato in una relazione precedente;
- i Ternani probabilmente sono convinti di aver sognato la banda di folkloristiche persone che gli è piombata addosso da 250 km di distanza a quell'ora notturna di un giorno feriale ed è sparita appena prima dell'alba;
- bombardino, caffè e ciambella, come sempre, sono stati un ottimo carburante capace di garantire la sopravvivenza in grotta;
- nonostante il sincroflash scattasse da solo, la qual cosa permetteva di individuare sempre la posizione di Lori, e la squadra di fotografi fosse il peggio che la speleologia italiana potesse in questo periodo offrire, a un primo esame il materiale prodotto pare addirittura discreto.

...

     
gianlucacarboni.it © Copyright 2008-2021      Tutti i diritti su testi e immagini sono riservati