Home

gianlucacarboni.it


° Speleologia
° Alpinismo
° Arrampicata
° Escursionismo
° Torrentismo
° Turismo culturale
° Musica


 
stampa questa pagina web | . 1446343
 
Articolo inserito in data 13/05/2009 22:26:28
In Sardegna
letto 1817 volte in 4518 giorni (0,4)
SARDEGNA: "ICNUSSA 2009" - Giorno 6 - Falesia: NINNA NANNA (MARGHEDDIE)

30/04/2009

Oggi ci sono veramente tante escursioni in programma:
- i più tranquilli mireranno il grottone di Biddiriscottai;
- Gigi e Gatta andranno verso Baunei e il Golgo, la famosissima voragine profonda oltre 300 metri;
- Lorena ed io, con Sandra, Mirna, Guglielmo, Daniele (Mengozzi) e Piermatteo, che da un paio di giorni staziona col suo furgone nei pressi della casa "allo Speleo", consumeremo le scarpette da arrampicata sulla strepitosa roccia della falesia Ninna Nanna, nel versante orientale del monte Irveri;
- un eroico plotoncino guidato da Alex e composto da Matteo (Savorelli), Fabione e Gabriele "Maio" darà sfoggio delle proprie qualità tecniche e atletiche nella forra del rio Flumineddu.

Nel tardo pomeriggio, o in serata, dovremmo poi ritrovarci quasi tutti a Urzulei, sede del raduno internazionale di speleologia "Icnussa 2009".  

Falesia: Ninna Nanna (Margheddie) (Cala Gonone - Nuoro)

Via Zero Tondo - 5c
Via Albero Azzurro - 6a
Via la Prima Volta - I:5c II:6a+
Via senza nome (a dx di Ninna Nanna per Martina) - 6a+

Queste compattissime placche di calcare grigio sono probabilmente le più belle dove mi sia capitato di arrampicare. La roccia è perfetta, poderosa, con una aderenza elevata, buchetti e gocce che ne definiscono la difficoltà, mai elevata, e ogni lamella, anche la più piccola, esageratamente resistente.
Le vie sono lunghe fino a 50 metri, quasi sempre con ottima chiodatura, recente e sicura (... ho scritto "quasi" solamente perchè quelle a destra sono un po' articolate e non hanno uno sviluppo ben definito).
Unica pecca, ma non può essere altrimenti in un posto simile, splendido, a inizio maggio, a 10 minuti d'auto da Cala Gonone, l'affollamento... c'ero già stato, e certamente vi ritornerò, a fine ottobre e inizio gennaio, mesi in cui il luogo, solitario e silenzioso, diventa un vero e proprio un paradiso terrestre per climber che non ambiscono a superare il 6b.

Due note sulle linee salite: Zero Tondo nei primi metri necessita di equilibrio e aderenza; Albero Azzurro è uno dei tre secondi tiri possibili dalla sosta della prima (quello a sinistra), molto bello, in placca, e porta fino a 40 metri d'altezza. Anche la Prima Volta tocca i 40 metri (due lunghezze) e nella seconda metà propone discrete difficoltà in una placca strepitosa dove i giusti movimenti dei piedi, le posizioni per trovare l'equilibrio sono fondamentali per progredire. L'ultima via, quella senza nome, è la meno interessante (in rapporto alle altre della falesia, che sono tutte da non perdere...), ed ha un passaggio non banale nella parte bassa.

 

Grottone di Biddiriscottai  (Cala Gonone - Nuoro)

 

"Icnussa 2009" (Urzulei - Ogliastra)

Le foto sono di Lorena, Fabrizio e Matteo Turci, dello Speleo Club Forlì

...

     
gianlucacarboni.it © Copyright 2008-2021      Tutti i diritti su testi e immagini sono riservati