Home

gianlucacarboni.it


° Speleologia
° Alpinismo
° Arrampicata
° Escursionismo
° Torrentismo
° Turismo culturale
° Musica


 
stampa questa pagina web | . 1372696
 
Articolo inserito in data 13/05/2009 23:29:01
In Italia
letto 1354 volte in 4150 giorni (0,33)
SARDEGNA: "ICNUSSA 2009" - Giorno 6 - Forra: RIO FLUMINEDDU

Forra del rio Flumineddu (Urzulei - Ogliastra)

30/04/2009

... non c'ero, quindi semplicemente scrivo quanto mi hanno riferito e pubblico le belle foto di Alex, Fabio, Gabriele e Matteo Sav.

Da Dorgali si percorre verso sud l'Orientale Sarda, una strada che in questo tratto è splendida. A destra, aldilà della profonda valle, si notano le scenografiche pareti rocciose del monte Oddeu che improvvisamente si interrompono per lasciare passare, centinaia di metri più sotto, il riu Flumineddu: siamo di fronte allo spettacolare ingresso basso della gola de Gorropu.
Oltrepassata la genna Silana si apre a sinistra il panorama sulla codula de Luna e le pareti che la delimitano, mentre a destra domina il percorso una lunga falesia che pare inattaccabile (è il versante orientale del monte su Nercone).

Raggiunta la genna Croce si devia a destra in una strada dall'aspetto non troppo rassicurante che rasenta le pareti ricche di grotte della punta is Gruttas; verso sud il panorama è vasto e più o meno 400 metri sotto di noi si riconosce Urzulei... una manovra errata e si arriva al raduno "Icnussa 2009" rotolando!
Poi in un attimo rocce e strapiombi spariscono e davanti si apre il planu Campu Oddeu, un grande pianoro carsico. Al primo bivio si tiene la destra e si resta sempre sulla strada principale fino agli ovili di Campo Bargios, dove si parcheggia (mi dicono ad una decina di km dalla statale).
Nota: provenendo dal paese di Urzulei occorrono 15 minuti d'auto per salire alla genna Croce.

In direzione nord-ovest ci si immette in un affluente che conduce alla forra.
I salti sono vari e toccano al massimo i 15 metri d'altezza; i laghetti da superare a nuoto sono innumerevoli (muta obbligatoria).
L'ambiente è spettacolare, specie in un tratto stretto fra vertiginose pareti rocciose.
In un grande anfiteatro arriva da destra la codula Orbisi, da risalire per tornare all'auto (1h 30' di cammino).

...

     
gianlucacarboni.it © Copyright 2008-2020      Tutti i diritti su testi e immagini sono riservati