Home

gianlucacarboni.it


° Speleologia
° Alpinismo
° Arrampicata
° Escursionismo
° Torrentismo
° Turismo culturale
° Musica


 
stampa questa pagina web | . 1312463
 
Articolo inserito in data 03/07/2009 17:33:35
Grotte in Emilia Romagna
letto 1197 volte in 3880 giorni (0,31)
GROTTA DEL PASS: esecuzione del rilievo - 2 luglio 2009

Grotta del Pass (Ravenna)

coordinate ED50: N 44°14'10,7" - E 11°42'06,5"
quota:                  472m slm

Descrizione della grotta, pubblicata qualche mese fa.

Dopo un tot di ore di lavoro in un ambiente poco piacevole, polveroso, spesso instabile e pericoloso, abbiamo ora l'80% dei dati utili per l'esecuzione di una rappresentazione grafica discretamente affidabile di questa grotta. In pratica abbiamo ricontrollato alcune misure fatte precedentemente, visitato un bucanaccio interessante come una lattina vuota di birra dopo 4 ore passate a camminare sotto il sole, esaminato con attenzione l'Attico con vista e il crepaccio ortogonale in certo, ma umanamente improponibile, collegamento con l'esterno (corrente d'aria fredda, notevole quantitativo di foglie secche, rametti), rimuovendo alcuni massi in equilibrio precario sulla zona sottostante e disarmando poi traverso e risalita.
Abbiamo infine scattato qualche foto da tramandare ai posteri e fatto un rapido conto sul tempo necessario per completare il lavoro: ancora un'uscita, una sola, per arrivare armati di bussola e clinometro al termine di questa frattura che scende, sale, scende, risale, curva a destra, a sinistra, e di nuovo a destra, che propone orridi terrazzi su massi e detriti in attesa di un incauto starnuto per venire giù, crepaccetti di qua e di là, sopra e sotto, che inesorabilmente si stringono dopo pochi metri (quando va bene!) e spesso ritornano impercorribili per noi nel principale... e per semplificare il tutto ha ben pensato, questo "cazzo" di fratturone principale, di avere pure le pareti inclinate... comunque, in conclusione, dovremo rilevare non più di 20 metri in orizzontale, una facile risalita di una decina di metri e la piccola zona in frana, inquietante però, raggiungibile dal tappo di macigni che forma un gradino frazionando in tal modo il pozzo iniziale... solo un'uscita ancora, quindi, grazie a Dio...

Pittoreschi compagni di questa spedizione notturna: Fabrizio "bicio" Bandini, Matteo "giro dei bar" Savorelli e Matteo Turci "il presidente", tutti dello Speleo Club Forlì.

...

     
gianlucacarboni.it © Copyright 2008-2020      Tutti i diritti su testi e immagini sono riservati