Home

gianlucacarboni.it


° Speleologia
° Alpinismo
° Arrampicata
° Escursionismo
° Torrentismo
° Turismo culturale
° Musica


 
stampa questa pagina web | . 1312572
 
Articolo inserito in data 16/08/2010 08:41:25
Veneto
letto 4672 volte in 3472 giorni (1,35)
ALPI CARNICHE: verso i LAGHI D'OLBE e il MONTE LASTRONI

Sentiero: rifugio 2000 (Sappada) - laghi d'Olbe - monte Lastroni (Alpi Carniche - Belluno)

Laghi d'Olbe - Monte Lastroni

difficoltà: E

segnavia: 140 - 138

cime: monte Lastroni (2449m)

in totale 3h di cammino e 600 metri di dislivello

dati parziali:
- dal rifugio 2000 ai laghi d'Olbe: 45' di cammino e 230 metri di dislivello
- dai laghi d'Olbe al monte Lastroni: 1h di cammino e 300 metri di dislivello
- dal monte Lastroni al rifugio 2000: 1h 15' di cammino e 70 metri di dislivello

miei commenti e consigli: è un itinerario semplice, interessante nella sua parte superiore. Belli sono i laghetti, anche se spesso abbastanza affollati, notevoli i resti delle postazioni della I Guerra Mondiale salendo verso la cima e il panorama circolare dalla stessa. Occorre solo un minimo di attenzione quando girovagando a caccia di foto nei pressi della cresta ovest del monte Lastroni capita di rasentare l'orlo superiore degli aspri dirupi che ne caratterizzano il versante settentrionale. Il percorso è sempre individuabile con grande facilità perché segnalato con bandierine bianco-rosse e puntuali frecce indicatrici

08/08/2010

- Sappada è un importante centro turistico dell'alta valle del Piave, formato da vari nuclei tutti allineati lungo la strada principale a poco più di 1200 metri di quota. Dal settore orientale dell'agglomerato parte la seggiovia che permette di raggiungere comodamente la località Sappada 2000, la cui stazione superiore si trova a due passi dal rifugio 2000:

coordinate ED50: N 46°35'05,0" - E 12°41'52,2" (stazione superiore della seggiovia - partenza)
quota:                 1997m slm

- Scendiamo lungo la brutta e ripida strada di servizio del rifugio e presto deviamo a destra seguendo le utili indicazioni presenti. La zona non è particolarmente piacevole, ma lo sono le vedute verso le severe montagne rocciose che delimitano a ovest e a nord la valle d'Olbe, quella cioè in cui ci stiamo muovendo.
Ci immettiamo in una stradina, notiamo a destra il sentiero che sale dalla val di Sesis, superiamo qualche breve strappo, passiamo a fianco di una bella casera e arriviamo senza alcun problema al maggiore dei laghi d'Olbe:

coordinate ED50: N 46°35'51,9" - E 12°41'38,2"
quota:                 2150m slm

- In certi momenti, quando non è troppo numerosa o rumorosa la gente attorno, il luogo è tranquillo e ne accresce il fascino il contrasto fra la pacatezza delle acque e della cappellina che sorge su un dosso, e l'asprezza delle pareti verticali che inaccessibili paiono voler minacciare, o proteggere, la conca con i laghi.

- Il sentiero che si stacca a destra e permette di raggiungere la cima del monte Lastroni è segnalato ed evidente, sale regolarmente e rasenta i ruderi di postazioni della Grande Guerra. Il silenzio è un elemento prezioso quando si varca il confine fra la nostra realtà, il nostro mondo tecnologico, superficiale, legato all'immagine, al rapido consumo e al piacere immediato, e quello drammatico, eroico e commovente, quasi immobile, profondo, dipendente dalle stagioni, dalla natura e in tal modo capace di sopravvivere a immani tragedie, che queste vecchie pietre lavorate ancora possono illustrare alle persone più sensibili e attente; non parliamo, neppure pensiamo, e così facendo lentamente riusciamo a percepire sensazioni delicate che influiscono sul nostro umore, che ci raccontano di amarezza, di solitudine, di rassegnazione, ma anche di coraggio, sacrificio, impegno, condivisione.
La valle a nord, quella verso cui guardano le feritoie scavate nella roccia, è verde, ampia, e si trova almeno 500 metri sotto di noi; ci separano da essa ripidissime pareti e orridi canaloni in cui notiamo resti di barriere di filo spinato... si temeva un'incursione di nemici agguerriti da selvaggi solchi quasi verticali, estremamente instabili e pericolosi, dove oggi nessun alpinista, neppure il più incauto degli escursionisti metterebbe piede...

- La traccia sicura e ben battuta porta in vetta, ma noi preferiamo lasciarla per restare sulla cresta affrontando un cammino più duro, un paio di gradini di roccia fratturata, un pendio con ghiaia insidiosa, immaginando così di compiere una piccola scalata.
In cima il panorama è splendido.

coordinate ED50: N 46°36'11,3" - E 12°42'33,6"
quota:                 2449m slm

- Ritorniamo velocemente verso il rifugio lungo lo stesso percorso.

"Cresta del Ferro, che delimita a ovest la valle d'Olbe (dai pressi del rifugio 2000)"

 

"Laghi d'Olbe (maggiore) e cresta del Ferro"

 

"Monte Lastroni (dai pressi del maggiore dei laghi d'Olbe)"

 

"Laghi d'Olbe, andando verso la cima del monte Lastroni"

 

"Cresta ovest del monte Lastroni: ruderi di postazioni della I Guerra Mondiale"

 

"Cresta ovest del monte Lastroni: ruderi di postazioni della I Guerra Mondiale"

 

"Cresta ovest del monte Lastroni: ruderi di postazioni della I Guerra Mondiale"

 

"Laghi d'Olbe (dai ruderi delle postazioni della cresta ovest del monte Lastroni)

 

"Cresta ovest del monte Lastroni: ruderi di postazioni della I Guerra Mondiale"

 

"Veduta verso sud (dai ruderi delle postazioni della cresta ovest del monte Lastroni)"

 

"Cresta ovest del monte Lastroni: ruderi di postazioni della I Guerra Mondiale"

 

"Monte Lastroni (dalla cresta ovest)"

 

"Cresta ovest del monte Lastroni: ruderi di postazioni della I Guerra Mondiale (al centro: monte Peralba)"

 

"Cresta ovest del monte Lastroni: ruderi di postazioni della I Guerra Mondiale (a destra: cima)"

 

"Cresta ovest del monte Lastroni"

 

"Monte Peralba e val di Sesis (dai ruderi delle postazioni della cresta ovest del monte Lastroni)"

 

"Cresta ovest del monte Lastroni: feritoia nei ruderi di postazioni della I Guerra Mondiale"

 

"Laghi d'Olbe (dai ruderi delle postazioni della cresta ovest del monte Lastroni)"

 

"Monte Lastroni: cresta ovest e cima"

 

"Monte Lastroni: Teo nella cresta ovest"

 

"Monte Lastroni: picco roccioso nella cresta ovest"

 

"Monte Lastroni: Teo nella cresta ovest"

 

"Cresta ovest del monte Lastroni: ruderi di postazioni della I Guerra Mondiale (in alto, al centro: cima)"

 

"Monte Lastroni: Teo nella cresta ovest"

 

"Monte Lastroni: Teo nei pressi della cima"

...

     
gianlucacarboni.it © Copyright 2008-2020      Tutti i diritti su testi e immagini sono riservati