Home

gianlucacarboni.it


° Speleologia
° Alpinismo
° Arrampicata
° Escursionismo
° Torrentismo
° Turismo culturale
° Musica


 
stampa questa pagina web | . 1446309
 
Articolo inserito in data 11/05/2011 11:22:04
In Emilia Romagna
letto 8480 volte in 3790 giorni (2,24)
Falesia: RIO COZZI

Falesia: Rio Cozzi (Castrocaro Terme - Forlì-Cesena)

Settori: Spose e La Tana dei Gatti

Via La Testa del Bambino - 6a+
Via Galletti - 5b
Via Galline - 5a
Via senza nome (a destra della precedente) - 5b
Via Ciuffopallino - 6a
Via Baghera - 6a+
---
Via Ringhia - 6a
Via Garfield - 6a
Via Winky - 5c
Via Fibe - 5b
Via Silvestro - 5b

05/05/2011 e 10/05/2011

E' una notevole palestra che si trova in un luogo di rilevante, selvaggia bellezza, tanto che si è deciso di proteggerlo con l'istituzione di un piccolo parco naturale.
Le pareti, tendenzialmente strapiombanti, sono di "spungone", un'arenaria calcarea ricca di fossili che per la sua friabilità tende pian piano a consumarsi. Le prese sono quindi spesso arrotondate, relativamente definite, e ne consegue che per progredire in salita risultino necessarie resistenza e forza nelle braccia.
L'apertura negli ultimi anni di nuove vie, quasi tutte divertenti e chiodate bene, più brevi e con grado inferiore di quelle del micidiale settore centrale, ha permesso la frequentazione del posto anche a climber mediocri come me.

Usciti dalle mura di Terra del Sole in direzione Castrocaro Terme si volta subito a destra in via Biondina, una strada stretta e tortuosa; dopo 1,3 km, ad una curva a sinistra che precede un ponticello, la stessa cambia nome e diventa via delle Sorgenti: in questo punto si stacca a destra la via Rio Cozzi (varie indicazioni per Converselle, Cozzi, Borga), che si segue per 1,3 km. Ancora una volta è d'aiuto un ponticello, in curva, che anticipa di poco la diramazione sterrata a sinistra (cartello bianco: Cozzi) che termina nei pressi della falesia. Si parcheggia a sinistra appena prima di alcuni vecchi edifici (divieto di accesso).
Una freccia in legno (rupe dei Cozzi) indica il tratturo disastrato, a volte fangoso, che sale a destra verso le pareti, raggiungibili in 5' di cammino.

I primi settori che si incontrano, adiacenti, sono quelli visitati da noi; subito dopo c'è la grande parete centrale strapiombante, le cui vie possono essere affrontate solo da chi è in grado di muoversi con tranquillità sul 6c/7a... e in 6 o 7 casi non gli sarà sufficiente!

Molto utile, completa e aggiornata, è la guida scaricabile pubblicata su internet:

Alla base dei settori Spose e La Tana dei Gatti sono presenti targhette o scritte con i nomi delle vie e il grado di difficoltà. Il lavoro di chi ha ripulito le pareti e aperto le linee di arrampicata è stato realmente esemplare, ammirevole, e la sola piccola critica che con rispetto del suo grande e qualificato impegno mi permetto di fare riguarda alcuni gradi che non tengono conto di singoli passaggi ben più duri di quanto dichiarato... comunque la chiodatura sicura e ravvicinata garantisce quasi sempre la possibilità di "uscirne" ugualmente!

Tutte le vie qui segnalate hanno una parte bassa verticale o appoggiata dove occorre soprattutto un buon equilibrio, e quella alta più o meno strapiombante. Hanno infine uno sviluppo che al massimo tocca i 12 metri.

"La Testa del Bambino" è molto bella: nei primi metri propone un passaggio tecnico in cui è fondamentale la posizione dei piedi (sempre che non si abbia una potenza esplosiva nelle braccia!), mentre lo strapiombo sopra è accentuato, duro, continuo, ma con grandi prese.
"Galletti" è nettamente più facile, con un passaggio iniziale simile a quello della via precedente, tuttavia appena sotto alla catena costringe a un blocco su un braccio che tocca il 6a, quindi ben più alto del grado indicato (fra l'altro in un punto con chiodatura non ottimale, anche se ravvicinata).
"Galline" è semplice e divertente, ed è probabilmente un 5a/b.
La "via senza nome" a destra di "Galline" è un tranquillo 5b/c, ma con ferle relativamente distanziate.
"Ciuffopallino" obbliga come le altre a cercare l'equilibrio in basso, mentre lo strapiombo che propone sopra ha buone prese; è caratterizzata da una chiodatura molto sicura ed è perciò didattica, adattissima a chi vuole provare a "tirare" un 6a.
"Baghera" è piuttosto discontinua e scorbutica: molto facile sotto e con uno strapiombo in alto più duro di quelli delle vie precedenti (un passo è certamente di 6b).
Non abbiamo avuto tempo a sufficenza per provare le successive "Arturo" (6a), "Romeo" (5c) e "Gatto Rigato" (6a+)... rimedieremo alla mancanza in un immediato futuro!
"Ringhia" è una bella via, un 6a continuo, appena più semplice in basso. La chiodatura è sicura e ravvicinata.
"Garfield" è nei primi metri simile, ma leggermente più facile di "Ringhia", tuttavia in alto ha un'uscita su una cengetta dove l'equilibrio è fondamentale (e la ferla che ci assicura finisce per trovarsi sotto ai piedi...) e un arrivo in catena non proprio elegante.
"Winky" è bella, senza dubbio divertente: diedro sotto e strapiombo con prese grandi e definite sopra; come quasi sempre in questi settori, la chiodatura è sicura, ravvicinata e rende questa via particolarmente didattica.
"Fibe" ha il passo singolo per andare in catena più difficile di quanto dichiarato (è un 5c/6a), tuttavia la chiodatura estremamente sicura permette di affrontarlo senza troppi problemi anche a chi è convinto di cimentarsi in un 5b, come segnalato alla base.
"Silvestro" è forse assieme a "Galline" la via più semplice fra quelle provate.

A mio parere "La Testa del Bambino" e "Ringhia" soprattutto, ma anche "Winky" e "Ciuffopallino" sono assolutamente da non perdere.

Da sottolineare la piacevole e importante caratteristica di questa parete, che, seppure relativamente bassa, è strutturata in modo tale da costringere nella stessa via ad usare tecniche di arrampicata differenti.

"Settori "Spose" e "La Tana dei Gatti""

 

"Settore "Spose""

 

"Spose: via "La Testa del Bambino""

 

"Spose: via "La Testa del Bambino""

 

"Spose: Lorena nella via "La Testa del Bambino""

 

"Spose: via "Galletti""

 

"Spose: Lorena nella via "Galletti""

 

"Spose: via "Galline""

 

"Spose: Lorena nella via "Galline""

 

"Spose: via senza nome a destra di "Galline""

 

"Spose: Lorena nella via senza nome a destra di "Galline""

 

"La Tana dei Gatti: via "Ciuffopallino""

 

"La Tana dei Gatti: Lorena nella via "Ciuffopallino""

 

"La Tana dei Gatti: via "Baghera""

 

"La Tana dei Gatti: parete con le vie da "Ringhia" a "Silvestro""

 

"La Tana dei Gatti: parete con le vie "Ringhia" e "Garfield""

 

"La Tana dei Gatti: via "Ringhia""

 

"La Tana dei Gatti: via "Garfield""

 

"La Tana dei Gatti: Lorena nella via "Garfield""

 

"La Tana dei Gatti: via "Winky""

 

"La Tana dei Gatti: Lorena nella via "Winky""

 

"La Tana dei Gatti: via "Silvestro""

 

"La Tana dei Gatti: Lorena nella via "Silvestro""

...

     
gianlucacarboni.it © Copyright 2008-2021      Tutti i diritti su testi e immagini sono riservati